Conoscere è amare, amare è a sua volta conoscere. sempre tenendo fermo questo cuore. Le figure retoriche si suddividono in Figure retoriche di significato: consentono di suscitare emozioni e immagini Ho conosciuto in te le meraviglie. che parevano a me delle conchiglie. Ho conosciuto in te le meraviglie meraviglie d’amore sì scoperte che parevano a me delle conchiglie ove odorano il mare e le deserte spiagge corrive e lì dentro l’amore mi son persa come alla bufera sempre tenendo fermo questo cuore che (ben sapevo) amava una chimera. "Ho conosciuto in te le meraviglie." Ho conosciuto in te le meraviglie meraviglie d’amore sì scoperte che parevano a me delle conchiglie ove odoravo il mare e le deserte spiagge corrive e lì dentro l’amore mi son persa come alla bufera sempre tenendo fermo questo cuore che (ben sapevo) amava una chimera. Ho conosciuto in te le meraviglie meraviglie d’amore sì scoperte che parevano a me delle conchiglie ove odorano il mare e le deserte spiagge corrive e lì dentro l’amore mi son persa come alla bufera sempre tenendo fermo questo cuore che (ben sapevo) amava una chimera. Ho conosciuto in te le meraviglie meraviglie d'amore sì scoperte che parevano a me delle conchiglie ove odoravo il mare e le deserte spiagge corrive e lì dentro l'amore mi son persa come alla bufera sempre tenendo fermo questo cuore che (ben sapevo) amava una chimera. Ho conosciuto in te le meraviglie. Ho conosciuto in te le meraviglie meraviglie d'amore sì scoperte che parevano a me delle conchiglie ove odoravano il mare e le deserte spiagge corrive e lì dentro l'amore mi son persa come alla bufera sempre tenendo fermo questo cuore che (ben sapevo) amava una chimera. – Ho conosciuto Gerico, ho avuto anch’io la mia Palestina, ove odoravo il mare e le deserte. Quindi ho provato a stilare una personale (ci tengo a precisare) classifica delle 10 meraviglie architettoniche italiane, nonché meraviglie monumentali, che chiunque prima o poi dovrebbe visitare. Ho conosciuto in te le meraviglie meraviglie d’amore sì scoperte che parevano a me delle conchiglie ove odoravo il mare e le deserte spiagge corrive e lì dentro l’amore mi son persa come alla bufera sempre tenendo fermo questo cuore che (ben sapevo) amava una chimera. Ho conosciuto in te le meraviglie, meraviglie d’amore sì scoperte che parevano a me delle conchiglie ove odoravo il mare e le deserte spiagge corrive e lì dentro l’amore mi son persa come alla bufera sempre tenendo fermo questo cuore che (ben sapevo) amava una chimera. “Ho conosciuto in te le meraviglie meraviglie d’amore sì scoperte che parevano a me delle conchiglie ove odoravo il mare e le deserte spiagge corrive e lì dentro l’amore mi son persa come alla bufera sempre tenendo fermo questo cuore che (ben sapevo) amava una chimera” * (Alda Merini: da Le rime petrose) ♡ Fiori di Poems che (ben sapevo) amava una chimera. Frugipèrda Che non è in grado di mettere a frutto. Ho conosciuto in te le meraviglie meraviglie d’amore sì scoperte che parevano a me delle conchiglie ove odoravo il mare e le deserte spiagge corrive e lì dentro l’amor Ho conosciuto in te le meraviglie meraviglie d'amore sì scoperte che parevano a me delle conchiglie ove odorano il mare e le deserte spiagge corrive e lì dentro l'amore mi son persa come alla bufera sempre tenendo fermo questo cuore che (ben sapevo) amava una chimera. FIGURE RETORICHE Le figure retoriche sono tecniche e mezzi stilistici che consentono di giocare con i suoni, i significati e l’ordine delle parole all’interno delle poesie. Conoscere è amare, amare è a sua volta conoscere. meraviglie d’amore sì scoperte. spiagge corrive e lì dentro l’amore. mi son persa come alla bufera. Ho conosciuto in te le meraviglie. — Alda Merini